Articolo sorgente

Intervistato ai microfoni di Radio RadioBarzagli ha risposto sul confronto tra Kenan Yildiz e la storica bandiera della Juventus Alessandro Del Piero. Ecco cosa ha detto: “Andrei piano con i paragoni, una cosa è certa, ha talento e a quell’età vedere certi gol di fa sorridere. Speriamo che cresca, ha un allenatore che sa come si gestisce bene un calciatore giovane e bravo, perché Allegri sa come toglierti la pressione. Mi ricordo quando arrivò Dybala, pagato 30 milioni dal Palermo, i primi due mesi non giocava. C’era talmente tanta pressione… e poi per fortuna è entrato, perché iniziò a segnare”.

Inoltre, su un eventuale approdo di Del Piero in società ha aggiunto: “Io sono sempre dell’idea che è sempre bello avere dei giocatori che sono stati bandiere e icone all’interno del club. Allo stesso tempo credo ci sia un percorso da fare e non è tutto scontato. Tutti vogliono Del Piero nel club: è normale, ma se facesse il suo processo di crescita. Che sia un simbolo del club lo noto quando vado all’estero: Juventus e Del Piero. Ci starebbe bene, ma c’è un percorso da fare”.