Articolo sorgente

La Juve fa le prove generali in vista del ritorno in Champions League, seguendo dal vivo le gare dell’attuale competizione. A caccia di possibili innesti. La presenza di Giovanni Manna sugli spalti dell’Olimpico mercoledì scorso in occasione di Lazio-Bayern Monaco non è passata affatto inosservata e ha fatto rumore anche in Germania.

Weah in uscita? Si osserva Mazraoui

I destini di mercato dei bavaresi potrebbero, infatti, incrociarsi con quelli della Vecchia Signora. Tra i titolari della formazione tedesca c’era un vecchio obiettivo come Noussair Mazraoui. Il terzino destro marocchino era stato cercato la scorsa estate prima dell’arrivo di Timothy Weah, che sta però faticando a ingranare. L’americano a gennaio era stato sondato da Everton e Lens: nei prossimi mesi verrà deciso il suo futuro. In caso di buona offerta non va esclusa una possibile partenza e a quel punto servirebbe un sostituto. E così il nome dell’ex Ajax potrebbe tornare d’attualità.

Rabiot, interesse del Bayern. E Goretzka…

I tedeschi, inoltre, sono tra i club che strizzano l’occhio ad Adrien Rabiot in caso di mancato rinnovo con la Juve. Tanto da aver già sondato il terreno con la mamma-manager Veronique. I bianconeri non mollano però la presa e puntano a blindare il vice-capitano. La partita entrerà nel vivo verso aprile. Intanto la dirigenza juventina continua l’opera di scouting sui migliori centrocampisti in circolazione.

E qui torniamo al mercoledì trascorso nella Capitale dal ds Manna, che – oltre ad aver ributtato un occhio sull’esterno offensivo laziale Felipe Anderson – ha visionato un altro pallino di vecchia data della Juve. Ci riferiamo a Leon Goretzka, che era stato cercato da Paratici nell’estate 2017, quando il calciatore di origini polacche militava ancora nello Schalke. Due anni fa aveva provato Cherubini a portarlo alla corte di Allegri, ma i tedeschi avevano fatto muro.

Juve-Manchester e Koopmeiners

In estate però potrebbe esserci l’addio del classe 1995, che a gennaio era finito nel mirino del Manchester United. E qui si innesca un altro incrocio di mercato: gli inglesi sono insieme alla Juve tra le principali pretendenti a Teun Koopmeiners dell’Atalanta. L’olandese è in assoluto il preferito dalle parti della Continassa, ma la Dea chiede 60 milioni per venderlo. Tanti, forse troppi a meno di riuscire a inserire una contropartita tecnica nell’affare. Ecco perché a Torino stanno tenendo d’occhio pure altri elementi. Da Ferguson (Bologna) e Samardzic (Udinese) a Goretzka, appunto.

Goretzka, duttilità in campo

Tra l’altro il tedesco come lo stesso Koop fa della duttilità la sua specialità. Entrambi infatti hanno ricoperto il ruolo di trequartista e sanno giocare in mezzo al campo sia in una mediana a 2 sia da mezzali destre (ruolo in cui sta cercando la Juve). Nel mercato non bisogna mai farsi cogliere impreparati e per questo motivo serve avere più di un elemento nei propri radar. Soprattutto in vista del ritorno in Champions, dove servirà una rosa ampia e ben strutturata per reggere il doppio impegno campionato-coppa.