Articolo sorgente

Vincere e sperare, ma forse non basta, la Juventus deve seguire le indicazioni di Massimiliano Allegri che forse ha capito tutto prima di tutti, la Juventus per lottare per lo scudetto deve praticamente fare un miracolo, visto che di fronte ha un’Inter stellare, miglior attacco, miglior difesa, capocannoniere e vince le gare tutte per tre a zero, senza faticare.
Eh si, mentre la Juventus si arrabatta tra un corto muso ed una partita di grande difficoltà con una rete che arriva solo nel recupero, altrove vincono in scioltezza con tre reti pesanti e quasi facili ed un dominio evidente dopo il vantaggio.
NON GUARDARE ALTROVE – fino ad ora un occhio altrove lo abbiamo dato, anche se i nerazzurri non sono al momento un competitors, visto che appaiono superiori, ma allo stesso tempo guardare in casa nerazzurra potrebbe essere fastidioso anche per la tipologia di episodio che stanno caratterizzando le partite.
Con la Juventus il gol di Lautaro è arrivato dopo un intervento di Darmian su Chiesa molto dubbio, ma il colpo non era sul viso, quindi il Var non è intervenuto, primi dubbi, con il Napoli, Lautaro colpisce Lobotka in modo più evidente del difensore dell’Udinese su di lui, l’Inter segna e nessuno interviene, stesso discorso per l’Intervenfo di Acerbi su Osimhen, il Var non interviene, motivo? L’arbitro era vicino ed ha visto il contatto.
Tutto normale? Si se non succedesse nulla in Inter-Udinese, dove il Var interviene alla stessa maniera dove non era intervenuto prima frazione per smentire l’arbitro. A questo punto cade il castello, perché nei tre casi dubbi prima non interviene e qui si? Insomma, la decisione non ha senso.
Per questo motivo, meglio guardare altrove, concentrarsi su Genoa-Juventus e provare a vincere ancora, tanto la prossima gara sappiamo come finirà, ma almeno non avremo il rimpianto di non aver dato tutto.