Articolo sorgente

L’esperto di mercato di Sky Sport, Luca Marchetti, ha parlato delle strategie della Juventus sul mercato. Tuttojuve.com ha sintetizzato il suo intervento: “Ci saranno gli investimenti e ci saranno anche delle cessioni. Come per tutte le squadre c’è bisogno di fare spazio economico. E’ vero che la proprietà della Juventus è forte e lo dimostrano i numeri che è forte: la proprietà della Juventus, negli ultimi cinque anni, ha fatto quasi un miliardo di ricapitalizzazione. Io non credo oggi John Elkann possa andare ancora dalla Exor e dire: mettiamo di nuovo i soldi. Non mi meraviglierei se la Juventus vendesse qualcosa per poter reinvestire. C’è anche un discorso di monte ingaggi da abbassare, che è il più alto della Serie A. Ci sono delle norme Uefa che devono essere rispettate entro tre anni e la Juventus si vuole adeguare. Bremer il giocatore che può essere sacrificato? Io penso Vlahovic. E c’è su Chiesa una situazione particolare, perchè è ad un anno dalla scadenza di contratto. Il prossimo anno Chiesa, o rinnova, o lo vendi, altrimenti lo perdi a zero. Vlahovic ha un ingaggio molto elevato, il prossimo anno guadagnerà di più e l’anno dopo ancora di più, quindi avrà un impatto molto importante ed è uno dei giocatori giovani interessanti che possono avere mercato.

Faccio un discorso economico, non tecnico. E’ chiaro che poi se vendi Vlahovic devi prendere un altro al suo posto. Per questo ci sono trattative, piace Zirkzee, che può giocare con Vlahovic, ma anche al posto di Vlahovic. Poi dipenderà anche dall’allenatore. La Juventus prenderà sicuramente un centrocampista se rinnova Rabiot, se non rinnova Rabiot, due, per forza. Nomi? Ci sono i giocatori che piacevano ad Allegri, Koopmeiners ed Ederson. Questi erano quelli che piacevano alla Juve a gennaio e se ti piacciono a gennaio, ti piacciono anche a giugno. In difesa magari un giocatore in più può arrivare, dipende anche dalle manovre. Bremer credo che possa rimanere”.