Articolo sorgente

La finale di Coppa Italia e la Champions League. Per la Juventus all’orizzonte c’è un finale di stagione carico di aspettative. I bianconeri contenderanno all’Atalanta la coppa nazionale il prossimo 15 maggio e potranno alzare al cielo un trofeo, mentre in campionato dovranno portare a termine l’obiettivo prefissato a inizio stagione, ovvero la qualificazione alla nuova Champions. Intanto in casa bianconera già si programma la prossima stagione. Il futuro di Massimiliano Allegri appare sempre più lontano da Torino, con l’ombra di Thiago Motta che incombe sulla Continassa. 
GLI OBIETTIVI – Massimiliano Allegri ha ormai capito di non far più parte dei piani futuri della nuova dirigenza juventina e, come un mantra, continua a parlare di obiettivi da raggiungere. Una linea comunicativa ben chiara. Nel mirino ci sono la vittoria della Coppa Italia, dopo aver conquistare l’accesso alla Supercoppa Italiana della prossima stagione in Arabia Saudita, e la qualificazione in Champions League, un traguardo imprescindibile nella ripartenza bianconera, sia dal punto di vista sportivo che economico.

NESSUNA RINUNCIA – Il motivo di questa strategia è legato al possibile addio che potrebbe maturare in estate. Come riferisce Tuttosport, forte del raggiungimento degli obiettivi che la società gli ha indicato a inizio stagione, Massimiliano Allegri non ha alcuna intenzione di rinunciare ai soldi previsti dal contratto che lega lui e il suo staff alla Juventus e valido fino al 30 giugno 2025. Toccherà a Cristiano Giuntoli esonerare il tecnico, un’operazione da circa 20 milioni di euro complessivi.
THIAGO MOTTA – Nel futuro della Juventus c’è Thiago Motta, che sta guidando il Bologna verso una storica qualificazione in Champions League. Come raccontato qualche settimana fa, l’entourage del tecnico italo-brasiliano e la dirigenza bianconera hanno raggiunto un accordo di massima per la prossima stagione. Un’intesa che resta da mettere nero su bianco per dare ufficialmente inizio all’era Thiago Motta alla Juventus.