Articolo sorgente

Dietro il mercato della Juventus già si vede la mano di Cristiano Giuntoli: in estate è stato scelto per partire con un nuovo progetto vincente come fatto a Napoli: l’obiettivo è prendere a poco, vendere a tanto e reinvestire il guadagno. La formula sembra semplice, ma dietro a quel successo c’è un lavoro di più persone che dalla prossima stagione potrebbero tornare a lavorare tutte insieme. Giuntoli vorrebbe portare a Torino anche le altre figure con le quali ha costruito lo scudetto del Napoli, l’ha già fatto sapere alla società che si muoverà in questa direzione per provare ad accontentarlo. 

JUVENTUS SU MICHELI – Su tutti, Giuntoli vorrebbe alla Juventus il capo scouting del Napoli Maurizio Micheli. Per anni hanno lavorato uno al fianco dell’altro: i due erano continuamente in contatto, si confrontavano su ogni mossa di mercato, condividendo le scelte passo per passo fino a costruire insieme la squadra che ha dominato il campionato. In estate Giuntoli è andato alla Juventus, Micheli è rimasto a Napoli. Ma presto potrebbe ritrovare il ‘socio’ in affari: il contratto in azzurro è in scadenza il prossimo 30 giugno, al momento non ci sono segnali di una permanenza e l’idea della Juventus è quella di portarlo a Torino per ricomporre la coppia che ha fatto sognare Napoli.

CHI E’ MAURIZIO MICHELI – Maurizio Micheli è quella persona che non vedi mai ma sai che c’è. Lavora in silenzio, dietro le quinte; fa un lavoro di scouting continuo e partecipa alle trattative, stando attento a ogni dettaglio. E una volta chiuso un acquisto, segue anche le visite mediche, per sincerarsi in prima persona che non ci siano intoppi sull’arrivo di un giocatore. Da oltre trent’anni lavora insieme a Leonardo Mantovani: fossero calciatori sarebbe una delle migliori coppie gol, fuori dal campo c’è grande sintonia e ormai basta un cenno per capirsi. Il miglior colpo centrato in coppia è stato quando lavoravano a Brescia: nel 2004 hanno fatto più volte su e giù con la Slovacchia, lì – a Bratislava – stavano studiando un ragazzino promettente. Si chiamava Marek Hamsik. Lo portano a Brescia. Lo portano a Napoli. E diventa uno dei calciatori più importanti nella storia del club. Se Micheli dovesse andare alla Juventus, potrebbe portarsi in bianconero anche Mantovani per continuare la collaborazione trentennale. 

CHI PUO’ ANDARE ALLA JUVE CON MICHELI – Oltre a Micheli, Giuntoli a Napoli ha lasciato un’altra figura importante per il suo lavoro: si tratta di Giuseppe Pompilio, vice direttore sportivo che lavorava con l’attuale ds della Juventus dai tempi del Carpi, e anche lui in scadenza di contratto. I due sono rimasti in contatto anche in questa stagione, un mese fa erano insieme in prima fila al teatro Ariston per seguire il Festival di Sanremo. Una serata di svago, durante la quale potrebbero aver parlato anche della possibilità di lavorare di nuovo insieme con Pompilio in orbita Juve. La società bianconera vuole ricomporre il gruppo che ha portato lo scudetto a Napoli: Giuntoli è l’uomo-copertina già arrivato a Torino, dietro di lui una serie di persone fondamentali che ora possono raggiungerlo alla Juventus. Per ricominciare con un nuovo progetto.