Articolo sorgente

Il Mondiale per club è la novità in casa Juventus, una partecipazione conquistata che porta sorrisi e… tanti milioni. Una nuova iniezione di liquidità, che può indirizzare il mercato di una squadra che, calcolatrice alla mano, la prossima stagione potrà arrivare a 69 partite e che durerà 11 mesi, da agosto 2024 a luglio 2025. Circa il 60% in più delle partite che la Juve avrà giocato in questa stagione, nella proiezione migliore possibile, perché bisognerebbe centrare le finali di Coppa Italia, Supercoppa italiana, Champions League (ancora da conquistare peraltro la partecipazione a queste ultime due) e Mondiale per club. Così Giuntoli e Manna, ora, sono al lavoro per ripartire al meglio, tra colpi, parametri zero e rinnovi. 

Juventus, i 9 rinnovi in ballo: le ultime notizie

Ecco, è necessario partire proprio da questi, e da chi alla Juventus ha il contratto in scadenza nel 2025, per la precisione 30 giugno, perché loro non potrebbero giocare il Mondiale per Club, visto che il torneo internazionale scollinerà sino al 13 luglio, data della finale. Perciò, occorrerà allungare i contratti di questi calciatori. Ma chi sono? In scadenza 2025 ci sono Szczesny, Perin e Pinsoglio – i tre portieri – oltre a McKennie, Chiesa, Danilo, Iling Junior, Kean e De Sciglio. Così, riporta Tuttosport, gioco forza si assisterà a un anticipo dei tempi per le trattative di rinnovo con coloro in cui la Juve crede davvero. Giuntoli è atteso da un max lavoro in cui conterà moltissimo anche la voce cessioni. Per la Juventus sta per iniziare la stagione del prolungamento dei rapporti in scadenza (Rugani e Rabiot, che a questo giro potrebbe essere più attirato dal biennale), dell’acquisto di giocatori nuovi e non solo. E occhi ai ritorni, a quei giocatori che rientreranno a fine stagione pronti per vestire la maglia bianconera. Soulé, Barrenechea, Huijsen e Kaio Jorge ci sperano.