Articolo sorgente

Claudio Zuliani, giornalista tifoso della Juventus, attraverso il suo editoriale su TuttoJuve ha parlato del momento che vive la società bianconera e chiede chiarezza sul futuro: “Il futuro della Juventus è un’ipotesi e ruota intorno al destino dell’allenatore. Non c’è chiarezza e forse mai ci sarà ma serve come il pane. Il contratto di Allegri scade nel 2025 e le ultime uscite del suo procuratore “ci si può aspettare di tutto da questa società” fanno intendere che le dichiarazioni di facciata sulla soddisfazione del lavoro del tecnico bianconero possano essere all’improvviso stravolte dalla linea intrapresa da qualche falco all’interno dei vertici apicali. Da una parte Max pensa di aver compiuto il mandato rispettando gli obiettivi richiesti. Dall’altro c’è una evidente voglia di apparire e non solo di partecipare”.

Inoltre, Zuliani, ha aggiunto: “Il problema è che non contano secondo posto e coppa Italia e quindi i risultati sul campo ma conta di più la voglia di emergere all’interno della Juventus e di comandare. Nessuna novità dal punto di vista aziendale ma queste sono dinamiche che interessano poco ai tifosi. Quello che vorrebbero sapere è che fine farà la Juventus”.

“Perché se i punti focali sono il risparmio dei soldi dello staff allenante e il desiderio di poter dire un giorno “qui comando io” non si fa molta strada. Ricordiamoci sempre che la Juve non deve essere un punto di partenza ma di arrivo. Chi ha la fortuna e la bravura di arrivarci deve meritarsi la conferma a suon di risultati e di lavoro progettuale. Non vale solo per gli allenatori, vale anche per i dirigenti. E in questo momento di silenzio assordante mi sembra che un progetto futuribile ancora non ci sia”. Ha concluso Zuliani.