Articolo sorgente

La Juve dovrà allestire un mercato importante per migliorare, numericamente e qualitativamente, la rosa in vista del ritorno in Champions? Sì. La Juve dovrà però programmare cessioni importanti per riuscire a combinare equilibri di bilancio con la campagna acquisti? Sì. E questa situazione passa inevitabilmente dalle voci legate ai vari big ormai stabilmente in bilico, perché la legge del mercato è uguale per tutti: vedi la possibilità di dare il via libera per Gleison Bremer nonostante il recente rinnovo di contratto o quella imposta da un’eventuale fumata nera per il prolungamento con Federico Chiesa, passando per Dusan Vlahovic e via via tanti altri.


Juventus: quanti soldi possono arrivare dai prestitI?

Ma la possibilità di rimpinguare le casse del club bianconero passa anche o soprattutto da quell’altro mercato, che fa riferimento ai giovani in prestito e capaci di rappresentare un tesorone (altro che tesoretto) da oltre 100 milioni di euro potenziali, senza dimenticare quelle situazioni in divenire legate a chi giovane non è più: da Arthur alla coppia di biancocelesti Luca Pellegrini-Nicolò Rovella solo in attesa che nella prossima stagione possano diventare a titolo definitivo dei giocatori della Lazio per una somma complessiva compresa tra i 20 e i 25 milioni di euro.